Ogni anno all’arrivo della stagione invernale e all’avvicinarsi del Natale mi riaffiora nella mente il ricordo di quando vivevo con i miei genitori e la mia nonna  nella casa vicino al Po, dove  una  grande  stufa a legna riscaldava la grande cucina e parte della casa  e tutti   stavano attorno ad essa  per riscaldarci. La mattina ci si alzava coi “fiori” di ghiaccio alle finestre per il gelo…brrrrrrrrrrrrr

 C’era un clima di serenità nonostante i  tempi così duri, si parlava della  sera di Vigilia come se fosse un Evento  e in  quella ricorrenza tanto cara nel cuore di tutti,  c’era un barlume di felicità anche senza nessun dono nè consumismo, per la grande ricorrenza mia mamma preparava i capelletti in brodo e mia nonna cuoceva la salsa verde da aggiungere al bollito , alla sera poi giocava a tombola… Poi trascorsi gli anni quell’atmosfera si è dissolse ..all’età di 21 anni scomparve mio padre e parecchie cose cambiarono.L’anno scorso fu anche l’ultimo Natale che passai insieme a mia mamma. Ora di quella famiglia sono rimasta io, e la casa  sembra ancora  più grande!  Quest’anno  sarà un Natale diverso da tutti gli altri, chiudo anche con l’attività di famiglia, durata   circa 70 anni. Il resto.. lo scoprirerò solo vivendo ..come dice una nota  vecchia canzone.

 

Foto: LA TOMBOLANon sarebbe Natale senza una tombolata in famiglia. Ricordo che quando i miei fratelli più piccoli cominciarono ad avvicinarsi a questo gioco, mia madre che è maestra , acquistò una tombola speciale i numeri erano da uno a diesi ma di diverso colore, così i fratellini impararono  numeri.La tombola è un tradizionale gioco da tavolo originario dell'Italia meridionale e specialmente tipico della regione della Campania (Smorfia Napoletana). Viene normalmente giocata in un contesto familiare (è un tradizionale gioco natalizio) e le somme che si impegnano e si vincono hanno solitamente valori puramente simbolici

Nell’attesa  di farvi gli Auguri natalizi vi Abbraccio Tutti con un sorriso di buon auspicio

Annunci