Con l’aria di Mare… lo stress scompare !!


 

Magari potessi imbottigliarla,come ho fatto con l’acqua ( la c’era una fonte di acqua freschissima e leggera) e portarmela a casa , per usarla nelle giornate più fredde e umide!!

Certo è che la malattia del nuovo millennio lo stress, e  molti scienziati tentano in tutti i modi di curarlo, anche con idee a volte bizzarre o perlomeno poco probabili.

A volte nel luogo di lavoro specialmente in ufficio e per tutti quelli che lavorano in luoghi chiusi si avverte il bisogno di  una boccata d’aria, il desiderio di respirare la brezza marina o la frizzante aria di montagna per allievare la mole di lavoro e di conseguenza l’accumolo di stress!

Certo, sarebbe meglio andarci direttamente all’aria aperta a respirare un po’ di ossigeno, anziché aspirarlo da una bottiglietta. Però, come fanno giustamente notare i ricercatori, non tutti possono permetterselo e allora… se Maometto non va alla montagna…

Scherzi a parte, se solo avessimo un po’ più cura della qualità della vita, dell’aria che respiriamo e fare in modo che lavorare non debba per forza essere motivo di stress e prendere le varie priorità che ogni  giorno si presentano con più filosofia  forse non ci sarebbe bisogno di  ricorrere a questi espedienti per poter trovare anche solo 10 minuti di sollievo.

 Voi che aria imbottigliereste?

 

 

Annunci