” Si può davvero amare, una persona senza poterla guardare negli occhi,stringere le sue mani, respirare nel suo respiro, Gibran ci dimostra con la sua breve vita, che tutto ciò è possibile, il suo amore per Mary, alimenterà a distanza la loro crescita interiore, nutrendo i due amanti legati solo dal filo sottile della corrispondenza cartacea, in un mondo unico che scorre al di sopra dell’umano pensiero, il mondo dell’anima e della mente…  Capirsi nel rispecchiarsi nell’altrui mente  è uno dei modi che ha l’anima per scoprire la sua essenza. “

E quando ti capita una situazione così..questa ti scava dentro…e non la dimentichi più..

L’AMORE DELLA MENTE è PIù FORTE E INTENSO DI QUELLO DEL CUORE.

 
 
 
Annunci